Blogvienez

Strumenti per i tuoi dispositivi

Abilita la radio FM su Nexus One rooteado [CyanogenMod Custom ROM]

Ci sono delle belle notizie per i possessori di Nexus One con la ROM personalizzata CyanogenMod Android 2.2 Froyo. L$0027ultima release notturna della ROM CyanogenMod è ricca di alcune cose fantastiche, tra cui il supporto per la radio FM (per gentile concessione di MIUI) per il dispositivo, che mancava nelle precedenti release CyanogenMod.

Mentre questo aggiornamento si applica attualmente solo al Nexus One, potrebbe significare molto di più. È probabile che questa svolta apra la strada alle future versioni stabili di Android per includere il supporto di Radio FM per tutti i telefoni Android dotati di hardware essenziale per il lavoro.

Può scaricare la CyanogenMod Android 2.2 Froyo nightly con Radio FM da qui, ma tenga presente che essendo una versione nightly potrebbe non essere molto stabile. Per chi non lo sapesse già, le build notturne avvengono automaticamente in base al codice sorgente aggiunto in un determinato giorno, che può essere sperimentale o rotto. Detto questo, la maggior parte delle build notturne di CyanogenMod finiscono per ottenere un feedback piuttosto positivo da chi le prova e spesso non hanno quasi nessun glitch. Tuttavia, incoraggiamo gli utenti meno esperti a starne alla larga per ora, dato che una versione stabile porterà la radio FM molto presto. Secondo Android Central, il codice di questa Radio FM è stato compilato da zero dai geniali sviluppatori dietro le ROM MIUI, piuttosto che usare qualsiasi codice precaricato e nascosto fornito da HTC a questo proposito.

È una vergogna come alcuni dispositivi che eseguono un sistema operativo open source siano dotati dell$0027hardware necessario per una particolare funzione, eppure il software necessario per quella funzione non è incluso o non è reso open source su una piattaforma come Android che è costruita sulla filosofia open source. Ci vuole molto tempo e sforzo per gli sviluppatori indipendenti per scrivere codice da zero per abilitare tali caratteristiche nelle ROM di terzi, cosa che potrebbe essere un gioco da ragazzi se il codice sorgente richiesto fosse disponibile secondo la natura libera e open source di Android

.

Si spera che questo scenario cambi in futuro e che i produttori di dispositivi comincino ad agire sulla vera filosofia di una piattaforma su cui stanno costruendo, eliminando la necessità per gli utenti di aspettare che gli sviluppatori indipendenti realizzino una soluzione ad un problema che non dovrebbe esistere in primo luogo.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.